« Torna alla homepage

 

Oggetto: VIII Seminario nazionale 2018 “Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola. La fine della Grande Guerra e il Confine orientale”.

 

 


 

CONCORSO NAZIONALE “10 FEBBRAIO”

A.S. 2017-2018

La fine della Grande Guerra e il Confine orientale.

 

PRIMO CICLO


Sezione “Tracce, memorie, personaggi e luoghi significativi del Confine orientale nella Prima guerra mondiale”


MENZIONE SPECIALE

ELABORATO: VIDEO “La fine della Grande Guerra e il Confine orientale. Episodi attinenti a personaggi storici”
CPIA ROMA 1

MOTIVAZIONE
Il Comitato di valutazione segnala la proposta del Centro provinciale istruzione adulti (CPIA 1) di Roma che ha presentato un DVD in cui giovani studenti stranieri, seguiti dal prof. Claudio Barbati, si esercitano nella lettura di brani e biografie riguardanti fatti salienti della Grande guerra. Si apprezza l’intenzione e il risultato dell’esperienza atta a diffondere anche tra adulti stranieri elementi di educazione alla cittadinanza e alla conoscenza del patrimonio storico italiano.


MENZIONE SPECIALE


ELABORATO “Sud + Nord = Italia”
Istituto Comprensivo “Pier delle Vigne” – Capua (Napoli) – classi V A, V B, V C primaria
Insegnante: dott.ssa Annamaria Fiorillo.

MOTIVAZIONE
L’elaborato ricostruisce le vicende umane e militari di Oreste Salomone, ufficiale aviatore, protagonista di un episodio sul cielo di Lubiana che gli procurò il conferimento della medaglia d’oro al valor militare, primo caso tra i piloti dell’aviazione italiana. La storia di Salomone viene ricostruita utilizzando fotografie e documenti d’epoca in una gradevole narrazione per immagini, corredata da disegni realizzati dagli alunni.

II PREMIO


ELABORATO “Angelo Zampini. Dal badile alla mitraglia. Un eroe tutto da scoprire”
Direzione didattica II Circolo Pieve delle rose – Città di Castello (Perugia) – classe V primaria.
Insegnante: dott.ssa Roberta Orsini.

MOTIVAZIONE
L’occasione di una ricerca sulla figura del concittadino Angelo Zampini, fulgida figura di eroico italiano che, nella località di Farla di Majano, da solo respinse l’attacco austro-ungarico nelle tragiche giornate della rotta di Caporetto mettendo così in salvo i suoi commilitoni, ha permesso agli scolari di affrontare e comprendere il senso drammatico della guerra. La ricerca, guidata dall’insegnante, e le semplici ma efficaci riflessioni degli alunni accompagnate da disegni, hanno dato vita a un’agevole pubblicazione corredata pure da bibliografia.

I PREMIO


ELABORATO “…sette, otto, nove, dieci: TU!”
Istituto Comprensivo “Sabatini” di Borgia (Catanzaro) – classi 3 A, 3 C.
Insegnante: prof.ssa Teresa Maria Sestito

MOTIVAZIONE
Presentato in forma originale e con piena partecipazione da parte degli studenti, l’elaborato narra le tragiche vicende dei soldati della Brigata Catanzaro, sottoposti a decimazione nella località di Santa Maria la Longa (Udine), per essersi ribellati agli ordini superiori di tornare in prima linea dopo i duri combattimenti dei giorni precedenti. Ventotto soldati furono fucilati il 16 luglio 1917 a ridosso del cimitero del paese. La scrittura drammaturgica mette in luce, senza alcuna retorica, lo stato d’animo di quegli uomini, qui interpretati dagli stessi studenti in forma spontanea ed appassionata.

 

II CICLO


Sezione: “Da Caporetto a Vittorio Veneto: tracce, memorie, personaggi e luoghi significativi”.

II PREMIO ex-aequo

ELABORATO “Trieste, un confine austriaco che debutta nella cultura italiana”
Istituto Tecnico “Tomaso di Savoia” – Trieste – classe III E
Insegnante: prof.ssa Fabiana Licciardi

MOTIVAZIONE
L’elaborato offre uno spaccato assolutamente originale della vita quotidiana a Trieste, durante la Grande guerra, quando si verificò un incremento dell’intrattenimento teatrale minore e cinematografico, con evidenti intenti di offrire al pubblico opportune occasioni per attenuare le gravi tensioni prodotte dal conflitto in corso.

II PREMIO ex-aequo

ELABORATO “Asso di guerra”
Liceo classico “Minghetti” – Bologna – classe I D
Insegnante: prof.ssa Maria Cristina Brizzi

MOTIVAZIONE
Elaborato di due studentesse di forte impatto per l’originalità narrativa e la capacità di rappresentare le sorti dell’Europa durante la Grande guerra come una livida partita a poker in cui biscazzieri e mazziere si giocano il destino di milioni di uomini. Convincente prova di scrittura espressionistica.

I PREMIO

ELABORATO “Sospesi tra speranze”
Liceo classico “Gualtiero” – Orvieto (Terni) – classi V liceo classico e V liceo scienze umane
Insegnante: prof. Angelo Marocco

MOTIVAZIONE
Con estrema sensibilità viene narrata una storia apparentemente minore di una crocerossina impegnata in un ospedale da campo in cui affetti, speranze e smarrimento si intrecciano in un doloroso finale. La tecnica crossmediale utilizzata, dalla grafic novel, all’animazione e fino agli inserti di immagini filmate di repertorio, offrono un convincente impatto emotivo allo spettatore. Si apprezza in particolare la piena autonomia in cui gli studenti hanno operato nella realizzazione dell’opera.

 

 

 

Link Attestato Concorso Alunno

Link Attestato Concorso Docente

Link Attestato Concorso Istituzione scolastica